Photo by Ashkan Forouzani / Unsplash

Assemblea Popolare Torino presenta il report del tavolo di discussione dedicato alla salute "Curarsi in modo sano" a cui hanno partecipato cittadine e cittadini lo scorso 29 settembre.

I gruppi di discussione, sui temi cura e assistenza, prevenzione ed educazione sanitaria e danni alla salute da inquinamento, hanno elaborato proposte di azione per l'agenda politica cittadina.

Dopo una rielaborazione con la collaborazione degli esperti, i commenti dei partecipanti e l'approvazione da parte degli aderenti, le proposte sono pronte per essere condivise con la cittadinanza, i media e le istituzioni.

Il press kit con i risultati delle proposte è disponibile a questo link:

-link-

Il video della conferenza di presentazione delle proposte è disponibile on line sulla pagina Facebook dell'Assemblea Popolare: https://www.facebook.com/assembleapopolare/videos/324917802113004

Sono disponibili anche le schede di riepilogo delle singole proposte:

- link-

Principi dell’Assemblea Popolare

L’attuale pandemia ci ha messi di fronte all’insostenibilità del nostro modello di sviluppo che ha privilegiato la crescita economica rispetto al benessere individuale e sociale.

Se vogliamo evitare il ripetersi e il perdurare di situazioni come quella che stiamo vivendo, dobbiamo essere disposti a cambiare radicalmente il nostro modo di vivere, di produrre e di consumare, per raggiungere obiettivi giusti e condivisi, in primis: la salute, la giustizia sociale, la giustizia ambientale e la giustizia intergenerazionale.

Cambiamenti di questa portata possono avvenire solo con il contributo di una società civile forte e attraverso decisioni fondate sulla conoscenza e sulla condivisione.

L’assemblea popolare intende essere una piattaforma per esplorare problemi e proporre soluzioni in tutti gli aspetti della vita individuale, sociale ed economica nel contesto metropolitano torinese.

Gli obiettivi del lavoro

Questo tavolo sulla Salute vuole essere una riflessione collettiva su un tema che è imprescindibile per uno sviluppo territoriale che garantisca salute e benessere nel rispetto della giustizia sociale, della giustizia ambientale e della giustizia intergenerazionale. Le risultanze del lavoro, necessariamente non esaustive, visto l’argomento così corposo, sono solo un primo ragionamento sulle problematiche emerse e su come si possano risolvere.

La prevenzione e l'educazione sanitaria, l'accesso alle cure, l'equità e l’appropriatezza di cura e di assistenza, la tutela della persona, e così anche la riduzione del rischio per la salute dovuto all’ambiente, sono connotati imprescindibili di una società giusta e connotata da pace sociale.

A chi sono rivolte le proposte?

  • Le proposte sono state elaborate dai cittadini e organizzazioni della società civile con il contributo di alcuni ricercatori ed esperti del settore.
  • Come tali rappresentano il punto di vista di quella parte della società che si pone prioritariamente obiettivi legati ai fondamenti dell’Assemblea: salute, giustizia sociale, ambientale e intergenerazionale.
  • Le proposte verranno presentate prima ai rappresentanti delle forze produttive e sindacali, con l’obiettivo di individuare elementi di convergenza e di sintesi
  • Il destinatario finale delle proposte sono le amministrazioni e le forze politiche, che devono mettere in campo le decisioni necessari a trasformare le proposte in azioni.

I nomi e i numeri del tavolo

Coordinamento: Marina Pastena, Angelica Salvadori, Luca Raiteri

Esperti: Antonella Bena, Alberto Donzelli, Guido Giustetto, Luisa Memore, Paolo Vineis

Partecipanti al seminario: oltre 1000 visualizzazioni online

Partecipanti ai tavoli di discussione: 20

Facilitatori e redattori: 6

Proposte generate: 23 da tavoli poi ricondotte a 10 proposte di riepilogo

Il quadro strategico di riferimento delle proposte

Le proposte generate sono state discusse in tre aree tematiche

  • Sanità
  • Prevenzione
  • Danni alla salute da inquinamento

A valle della revisione delle proposte da parte degli esperti e con l’obiettivo di fornire un quadro organico di riferimento, le proposte emerse sono state raggruppate in tre assi strategici:

  • Cura e assistenza
  • Prevenzione ed educazione sanitaria
  • Danni alla salute da inquinamento

La natura delle proposte

Le proposte emerse dai tavoli sono un contributo alla formazione di una agenda per l’ottimizzazione della sanità a Torino e nella sua area metropolitana.

Per le ovvie limitazioni di tempo e competenze necessarie ai tavoli non sono dei veri e propri progetti e non sostituiscono un vero e proprio “Piano sanitario”. Le stime dei tempi e costi sono volutamente proposte all’interno di un range abbastanza ampio per tenere conto di queste limitazioni.

Si tratta di «spunti progettuali» emersi dal confronto tra esperti del settore, esponenti di associazioni e cittadini interessati e sensibili al tema della salute.

L’urgenza dei problemi nella gestione della salute e la necessità di ridurre i danni causati dall’inquinamento, così agendo anche nella mitigazione delle crisi climatiche, richiedono azioni immediate, che non possono attendere i normali tempi della pianificazione.

Cura e assistenza

P1 – Digitalizzazione della rete sanitaria

P2 – Presidi territoriali

P3 – Una migliore comunicazione medica

Prevenzione ed educazione sanitaria

P1 – Atlante delle prescrizioni sociali

P2 – Servizi 0-6 a contrasto delle disuguaglianze

P3 – Salute e cultura accessibili a tutti

Danni alla salute da inquinamento

P1 – Una città verde

P2 – Gruppo di lavoro con le istituzioni

P3 – Riduzione emissioni inquinanti degli autoveicoli

P4 – Studio e strategie di comunicazione e educazione

L’Assemblea Popolare è sostenuta dalle seguenti organizzazioni:

Acmos, AITA Piemonte, ARCI Torino, Arcigay Torino, Architettura senza frontiere, Bike Pride Fiab Torino, Casacomune - Scuola e Azioni, Centro Sereno Regis, Associazione CioCheVale, Circolo per la decrescita felice Torino, Comitato Rodotà, Comitato Torino Respira, Cooperativa Arcobaleno, Ecoborgo Campidoglio, Ecograffi, Extinction Rebellion Torino, Fridays for Future Torino, Greentoso, GreenTO, Gruppo Abele, ISDE Medici per l’Ambiente, IUR - Innovazione Urbana Rigenerazione, Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta, Ordine dei Medici e Odontoiatri della Provincia di Torino, PartecipaTO, Rete Università per lo Sviluppo Sostenibile – Piemonte, S-Nodi, Sostenibilità Equità Solidarietà - Circolo di Torino, Triciclo, UNICEF Torino, Verdi Ambiente e Società.

L' adesione come associazioni o come singoli cittadine e cittadini all'Assemblea Popolare Torino dopo il coronavirus è libera.